Giardino delle terrazze

"La partecipazione al corso di Garden Design, curato dalla Paesaggista Arch. Mariachiara Pozzana ha previsto la progettazione di un giardino, in un’area del giardino storico di Villa Bardini a Firenze, in cui è presente un piccolo edificio, ipotizzato come dépendance del giardiniere."

Localizzazione: Progetto di un Giardino in un’area di Villa Bardini a Firenze (FI) (2015)

Prima dell'intervento

Durante il sopralluogo l’area di intervento è stata percorsa, fotografata e sono stati segnati gli elementi caratterizzanti il sito, che sarebbero poi diventati matrice compositiva della soluzione proposta. L’ area è caratterizzata da un importante dislivello ed è accessibile da una rampa che consente di raggiungere il fabbricato. In particolare ho tenuto conto della presenza di alcuni alberi e del Myrtus comunis nato al centro di una piccola collina, da cui è possibile apprezzare la vista sulla bella città di Firenze e sul Duomo.

Soluzione progettuale

Il progetto sfrutta le pendenze esistenti proponendo un giardino a terrazze, caratterizzate da una sorta di gerarchia, che ne definisce la funzionalità a seconda che ci si trovi più vicino o lontano alla depandance. Alla porzione di giardino antistante il fabbricato viene attribuita una vocazione più domestica per cui si caratterizza della presenza di un’area a prato e bordature fiorite. Da questa quota si raggiunge la prima terrazza, concepita come zona per il relax e riposo, come un solarium, parzialmente aperto sul giardino “domestico” sottostante e schermato da una bordatura di Agapanthus, che crea una sorta di parapetto vegetale fiorito. Salendo ancora si raggiunge la quota più alta, dedicata alla meditazione ed alla contemplazione. A questo livello è ancora possibile cercare un’interazione con gli spazi sottostanti, grazie ad una seduta in cor-ten, realizzata intorno al Myrtus comunis, che consente una visione d’insieme sul giardino. Questa terrazza si raccorda con la morfologia del terreno naturale. Su di essa, oltre alla seduta in cor-ten è stato inserito un roccioso verticale, costituito da monoliti, la cui posizione, sia verticale che orizzontale è stata accuratamente studiata. Gli elementi orizzontali costituiscono le sedute di meditazione e contemplazione del paesaggio circostante, mentre gli elementi verticali sono “muti testomoni” che accompagnano il visitatore nel suo viaggio introspettivo. La veduta prospettica sul “Giardino delle terrazze” consente di cogliere come le stesse si sagomino sulla collina naturale, consentendo un maggiore e comodo utilizzo del giardino. L’inserimento di piante diverse fa presagire le diverse funzioni a cui sono destinate le terrazze.

…e così, mentre nel giardino domestico si possono apprezzare le fioriture ed i profumi della collezione di Camelie, nella terrazza del riposo svettano gli Agapanthus che fungono da parziale filtro vegetale ed invece, nel roccioso verticale, la suggestione cromatica si realizza affiancando al colore calcareo dei monoliti, il rossastro del fogliame degli Acer palmatum (Acero giapponese) e dei cespugli di Imperata cilindrica…


Tavola 3
Tavola 1
Tavola 2
Foto 3
Foto 2
Foto 1

Arch & Garden

Arch & Garden

Studio Arch&Garden
Via della Lama n.10 58036 Roccastrada (GR) ITALY
Architetto paesaggista - Progettazione giardini
Sitemap HTML | Sitemap | Credits: Studio2 Grosseto